Intervista ad Elisa e Simone di Italy_you_dont_expect: una coppia di travel blogger che con le loro gite fuori porta ci guidano alla scoperta dell’Italia meno conosciuta

Spesso, quando si pensa ad un viaggio vengono subito in mente Paesi distanti dall’Italia ma Elisa e Simone, una coppia nella vita e nella professione di travel blogger, attraverso i loro racconti, ci portano alla scoperta di un’Italia inaspettata – come suggerisce anche il loro nick “Italy you don’t expect” – ricordandoci quanto il nostro territorio sia meraviglioso e abbia tanto da offrire. Durante la settimana lavorano, lei come impiegata in un ente di Certificazione agroalimentare, lui come consulente per una multinazionale in ambito edilizio, e aspettano il fine settimana con trepidazione, per andare a caccia di borghi, sentieri naturalistici, città e bellezze nascoste, tutte italiane.

Per Simone ed Elisa è stato amore a prima vista!

L’inizio della loro storia d’amore sembra tratto da un film romantico. Il loro è stato infatti un vero colpo di fulmine. “Ci siamo innamorati già solo scambiandoci i primi timidi sguardi sul lungomare della nostra città, Civitavecchia. Simone mi ha colpito subito e per tutta la sera non abbiamo fatto altro che guardarci e scambiarci sorrisi. Il giorno dopo, inaspettatamente mi sono vista arrivare una richiesta di amicizia da parte di Simone su Facebook e da lì abbiamo iniziato a parlare e conoscerci meglio. Dopo qualche giorno siamo usciti per il nostro primo appuntamento e ho capito subito che era arrivato il ragazzo giusto per me”, racconta Elisa. Da quel giorno Elisa e Simone stanno insieme da più di 11 anni. Anni pieni di sogni e avventure.

Con l’inizio della loro storia d’amore, iniziano i primi viaggi insieme

Sin da piccola, Elisa ha avuto la passione per il viaggio, grazie ai suoi genitori che le hanno fatto vedere molti posti in Italia e all’estero, finendo così per contagiare anche Simone. “Dopo pochi mesi che eravamo fidanzati siamo partiti per passare il Capodanno in Francia e l’estate successiva abbiamo organizzato il nostro primo viaggio estivo a Barcellona”. A poco a poco, il viaggio è diventato così la loro passione comune.

Un sogno che diventa realtà: la vita in Australia

Entrambi avevano una gran voglia di mettersi ancora di più alla prova, di fare nuove esperienze e conoscere posti nuovi. Elisa sognava di andare in Australia e, Simone, con altrettanta naturalezza, un giorno ha esordito: “perché non ci trasferiamo?”. Da quel giorno si sono messi a studiare i vari siti istituzionali australiani per capire quale fosse il modo migliore per trasferirsi e dopo due mesi avevano un visto di lavoro e una città da cui iniziare questa avventura mano nella mano. “L’Australia è stata la nostra scommessa in un momento della nostra vita in cui avevamo le idee confuse e una gran voglia di fare un’esperienza all’estero insieme. Ammettiamo che le prime settimane non sono state per niente facili. La mancanza della famiglia e degli amici si faceva sentire, ma ci siamo messi in gioco completamente e ad oggi possiamo dire che è stata l’esperienza più bella della nostra vita”.

L’Australia è stata una parentesi della loro vita durata sei mesi. In quei mesi i due sono maturati e cresciuti tanto. Hanno stretto amicizie, superato difficoltà, visto paesaggi mozzafiato e, come dicono loro, porteranno per sempre un pezzetto di Australia nel loro cuore ma, questa terra così selvaggia e suggestiva, non era la loro destinazione finale. Proprio durante quei mesi australiani hanno capito che per loro era tempo di tornare in Italia. L’esperienza in Australia, infatti, è stata la spinta che gli serviva per capire quale strada percorrere.
“Sei anni fa eravamo convinti che la nostra vita sarebbe stata lontano dall’Italia, ma, dopo quei mesi in Australia, ci siamo resi conto di quanto eravamo fortunati ad essere italiani. La nostra cultura, i nostri borghi e il nostro cibo erano acclamati e “invidiati” da ogni australiano e in quel momento abbiamo realizzato quanto ci mancasse tutto ciò.” 

Il rientro in Italia e l’amore per i borghi

Appena rientrati in Italia sono partiti per un on the road tra i borghi meno conosciuti dell’Umbria, facendo una tappa anche a Firenze. Per loro quel viaggio è stato rivelatore. “Durante il viaggio è iniziato il nostro amore per i borghi che si è trasformato poi nel nostro progetto “Italy you don’t expect”. Prima di quell’on the road i loro viaggi erano orientati prevalentemente alle mete estere ma i borghi italiani li hanno catturati. “Dei borghi amiamo tutto, dalla tranquillità che si respira, alle casette in pietra e ai loro piccoli gioielli nascosti”. Tra i loro borghi del cuore ci sono Urbino e Tresana, il borgo delle Ortensie posto sulle colline bolognesi che a luglio si colora di blu, violetto e rosa.

Elisa e Simone: due viaggiatori che vogliono vivere l’essenza del viaggio

Entrambi molto mattinieri, preferiscono fare un pranzo al sacco per non perdersi neanche un secondo del viaggio e macinare chilometri a piedi piuttosto che prendere i mezzi pubblici. Elisa e Simone sono due viaggiatori che non sono alla ricerca di comodità e del lusso ma vogliono godersi il viaggio, quello anche fatto di imprevisti. Come quando, a Rouen, in Normandia, sono rimasti chiusi fuori da un parcheggio sotterraneo dove avevano lasciato la macchina a noleggio non sapendo più come recuperarla.

I sogni, i progetti e le passioni non sono mai troppi per Elisa e Simone

Elisa e Simone sognano in grande e oltre a portare avanti il loro blog, hanno avuto il coraggio di lanciare la loro web app Blogger Advisor insieme ad un’altra coppia di travel blogger. “In questi due anni di blogging abbiamo imparato molte cose. Siamo convinti che i social, se usati nel modo giusto, possano arricchire le nostre competenze, e perché no, anche le nostre amicizie. Grazie ad Instagram abbiamo avuto la fortuna di conoscere tante persone che, con il passare del tempo, sono diventate amici veri e con i quali portiamo avanti questo progetto incredibile che è Blogger Advisor.”

Il viaggio non è però solo l’unica passione, Simone suonava fin da adolescente in una band locale di Civitavecchia e la creatività che metteva nella musica ora la mette in tutti i loro progetti. Elisa, invece, sin da bambina è stata molto sensibile verso la tutela degli animali e dell’ambiente e crescendo ha capito sempre di più quanto le azioni di ognuno possano impattare sul nostro pianeta. Non a caso, nel loro lavoro online hanno inserito sul blog una categoria dedicata alla sostenibilità a 360°, dai viaggi alla vita quotidiana.

Elisa e Simone una coppia di travel blogger italiani innamorati dell’Italia

Innamorati del nostro bel Paese, Simone ed Elisa ci conducono attraverso il blog e i loro canali social alla scoperta di un Italia tutta da scoprire, raccontandoci atmosfere e luoghi che incantano ogni volta. Non è così frequente che due giovani ragazzi, partiti alla volta dell’estero, decidano di ritornare a casa per valorizzare il nostro territorio. Loro lo hanno fatto e si sentono orgogliosi di questo.

Volete sapere una curiosità su Elisa e Simone di “Italy you don’t expect?

Se dovessero partire per un viaggio di cui non sanno né la meta né la durata, l’unica cosa a cui non potrebbero mai rinunciare è: per Elisa, la sua macchinetta fotografica per immortalare tutte le bellezze che incontrerebbe durante il viaggio; per Simone, invece, il suo pc, per annotare sul blog tutto l’itinerario e i luoghi d’interesse per un nuovo articolo.
Insomma, più travel blogger di così!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *