interviste travel blogger

TODOMUNDOEBOM: Natascia e Nicolas una coppia italo-argentina specializzata in viaggi low cost

interviste travel blogger

L’amore non ha confini né nazionalità e la storia di Natascia e Nicolas né è la prova. Le loro strade si sono intrecciate lungo il cammino nonostante tra di loro intercorressero mondi e tradizioni lontane anche migliaia di chilometri.

Nelle vene di Nicolas, infatti, scorre il sangue di tre generazioni diverse. Quello italiano per via dei nonni paterni, quello brasiliano da parte del padre di Nicolas che è nato a San Paolo dopo che i suoi nonni sono emigrati nel dopoguerra, e quello argentino dal momento che Nicolas è nato a Buenos Aires. La sua è una famiglia davvero colorata, di quelle chiassose, numerose, abituate a viaggiare per raggiungere i parenti sparsi un po’ per il mondo. Storie di immigrazioni ed emigrazione che confluiscono e che finiscono per portare Nicolas in Italia, in un piccolo paese delle Marche.

Nicolas ancora non lo sa ma nelle Marche, in un altro piccolo paese, vive Natascia, un’italiana DOC, figlia unica, amante degli animali e della fotografia. La sua è invece una di quelle famiglie genuine, fatta di sudore e cose semplici, di viaggi in camper, passeggiate in montagna e tavolini piazzati lungo i fiumi.

Insomma, due vite e due realtà diverse che finiscono per incontrarsi in una calda sera d’estate del 2008 in uno chalet in riva al mare. Uno chalet galeotto dal momento che da quella sera, il loro amore, continua ad essere più vivo che mai.

“Avere nazionalità diverse non è mai stato un ostacolo per noi”

Natascia e Nicolas non solo hanno trovato un buon compromesso per quanto riguarda il cibo italo-argentino ma anche nella vita di tutti i giorni. Hanno fatto del loro essere una coppia mista uno dei loro punti di forza, seppur non l’unico.

“Essere una coppia mista ci ha portati ad esplorare pezzi di mondo e a fare viaggi quotidiani. Essere una coppia come noi, forse può aiutare un pò di più nell’accettazione del “diverso” e nell’essere più empatici con chi vive la nostra stessa condizione. La diversità non è fatta solo di nazionalità o di colore diverso della pelle ma di tante altre sfaccettature che noi conosciamo bene. Il nostro essere e il nostro venire da due paesi differenti ci ha uniti ancora di più. E’ come esserci ritrovati a metà strada ed esserci completati l’un l’altro. Una coppia come la nostra ha la fortuna di fare viaggi culinari anche dal tavolo di casa e può mescolare due lingue in una, creando una lingua comprensibile solo a loro. Una coppia italo-argentina è semplicemente una coppia che si è innamorata, come tutte le altre, con l’unica differenza che oltre all’incontro tra due persone c’è anche l’incontro tra due mondi” racconta Natascia.

Natascia e Nicolas vivono due anni a Los Angeles

Trascorsi i primi anni insieme nelle Marche, Natascia e Nicolas decidono che è ora di iniziare una nuova avventura. Il richiamo dell’America è forte e così partono alla volta di Los Angeles, in California, dove vivono per 2 anni. “Nicolas inseguiva e perseguiva il suo sogno di musicista cantautorale e Los Angeles era il palcoscenico perfetto per portare avanti la sua passione. Los Angeles è davvero come la raccontano nei film. C’è l’oceano, ci sono le palme, il “Pier” con la ruota panoramica e il Bubba Gump, ispirato proprio a “Forrest Gump”. C’è la Hollywood Boulevard e la Sunset Strip. A volte ti senti davvero in un film e hai la sensazione di poter diventare chiunque e poter fare qualsiasi cosa ma allo stesso tempo, è una città molto complicata in cui vivere. Los Angeles va vissuta senza sembrare uno “straniero”, senza paura, ma con prudenza. Va vissuta adeguandosi al bello e al brutto e imparando a viverla e ad amarla così com’è, altrimenti la città ti risucchia”.

Dopo l’esperienza californiana, Natascia e Nicolas hanno viaggiato on the road in tutti gli Stati Uniti ed il viaggio è diventato una parte indispensabile della loro vita. “Il viaggio ci ha cambiato, noi siamo cambiati. Abbiamo imparato tanto su di noi e sugli altri”.

Una vita di scoperte e batticuori

Tornati a casa, nelle Marche, nel 2012 si sposano ma avvolti da un costante senso di insofferenza, il viaggio diventa la loro unica cura. Decidono che la loro sarebbe stata una vita fatta di scoperte, di batticuori e di cambiamenti. Viaggiano per ben 46 Paesi. Giappone, Indonesia, Sud America, ogni Paese a modo suo ha qualcosa da offrigli e da insegnargli e loro, senza esitazione, si immergono completamente nelle culture e nelle tradizioni di ogni singolo luogo che visitano. “Crediamo che ogni viaggio a modo suo sia stato importante. A volte siamo stati messi di fronte a situazioni emotivamente difficili da accettare e davanti a realtà molto complicate da conoscere ma, tutto questo non ha fatto altro che accrescere la nostra voglia di mondo, di conoscere, di capire e di scoprire e perché no, anche di aiutare”.

Meta dopo meta, Natascia e Nicolas si specializzano sempre più in viaggi low cost un pò per esigenza, un pò – come dicono loro – perché gli piace viaggiare con semplicità. “Di solito prenotiamo sia i voli che le strutture molto prima della partenza e confrontiamo sempre i prezzi nei motori di ricerca tipo Skyscanner. Non ci interessano i ristoranti costosi. Ci piace assaggiare la cucina locale nei posti caratteristici oppure alle bancarelle dello street food, dove mangi tanto spendendo poco”.

Nasce “TODOMUNDOEBOM” e diventano dei travel blogger professionisti

Natascia e Nicolas macinano chilometri a piedi o in bici, ogni tappa è studiata nei minimi dettagli e talvolta viaggiano in campervan andando alla ricerca sempre di nuove avventure, librerie da visitare e di qualche esperienza insolita. Per quanto organizzato un viaggio possa essere, non tutto però può essere previsto, come quando, un giorno, passeggiando per Copacabana, Natascia e Nicolas si sono imbattuti in un murales con la scritta “TODOMUNDOEBOM” che gli ha cambiato letteralmente la vita. Vedendo quella scritta hanno infatti avuto l’idea dii aprire il loro blog di viaggi che li ha portati a diventare dei travel blogger professionisti. “È nato tutto quasi per gioco. La passione per il viaggio accomunata a quella per la fotografia e alla voglia di raccontare ci sembrava un buon motivo per aprire il nostro blog”.

Il nome del blog “TODOMUNDOEBOM” li rappresenta alla perfezione perché è proprio così che Natascia e Nicolas vogliono vedere il mondo, un mondo dove la bontà è ovunque. Una bontà spesso sopraffatta dal male ma che c’è, è tangibile ed è proprio questa bontà che vogliono raccontare. “Nei nostri cammini, di persone buone, di luoghi pieni di amore ne abbiamo conosciuti molti ed è a quelle persone e a quei luoghi che vogliamo farvi pensare quando leggerete il nostro blog.”

Natascia e Nicolas però non smettono di stupire perché, pochi forse lo sanno, ma loro vanno anche in giro a fare cocktail con il loro bar itinerante. “Nel mondo travel lo sanno davvero in pochi ma noi all’incirca da aprile ad ottobre andiamo in giro per eventi, feste, concerti, matrimoni etc.., con il nostro cocktails bar itinerante: El Carrito24”.

L’idea è nata in seguito ad un viaggio a Lisbona dove hanno visto che, a differenza dell’Italia, era molto comune vedere per le strade un bar su ruote. Ancora una volta Natascia e Nicolas decidono di fare così un altro salto nel vuoto pur di inseguire i loro sogni senza preoccuparsi troppo delle convezioni sociali o delle aspettative altrui. “Oggi il nostro cocktails bar itinerante è diventato bellissimo. Abbiamo trasformato un piccolo furgoncino in una piccola oasi di fiori, foglie verdi e viaggi nel mondo. Si, perchè non è detto che si possa viaggiare solo con un aereo ma si può viaggiare anche attraverso una bevanda tipica e raccontandola in giro per il territorio. Un giorno siamo a Cuba per esempio con il Daiquiri ed il giorno dopo ci ritorniamo con un buon Moijto”.

Natascia e Nicolas una coppia di travel blogger ottimisti cronici

Natascia e Nicolas sono due inguaribili ottimisti e lo continuano ad essere anche durante questo periodo di pandemia che li ha costretti a mettere in pausa i loro lunghi viaggi. “Stiamo affrontando tutto con positività e speranza. Quando possibile, abbiamo cercato di valorizzare e godere dei viaggi di prossimità. Abbiamo approfittato per conoscere meglio la nostra regione: le Marche. Una regione che nonostante tutto conoscevamo ancora troppo poco”.

Non solo cercano di prendere il buono da questa situazione ma, durante il primo lockdown hanno sviluppato l’intero progetto di Blogger Advisor insieme a Simone ed Elisa di italy_you_dont_expect. Una web app che gli sta regalando tante belle soddisfazioni.

Natascia e Nicolas mettono il cuore in ogni cosa che fanno che sia in viaggio o nella vita di tutti i giorni. Hanno messo le loro passioni e l’amore per il mondo al primo posto. Nelle loro valigie infatti, oltre alla macchina fotografica e un taccuino per prendere appunti, non possono mancare un carico di emozioni per vivere la vita appieno.