Guardia Piemontese: unico scrigno della cultura occitana del sud

Un paesino della Riviera dei Cedri in provincia di Cosenza aggrappato a circa 500 metri sul livello del mare, che rappresenta una vera a propria particolarità: è l’unico posto del Sud dove si parla il Guardiolo (o Occitano) e vi si conserva la cultura.
Il Guardiolo è una delle 3 importanti lingue della nostra Calabria insieme all’albanese al grecanico, 3 idiomi carichi di vicende calabresi mischiate al mondo, espressioni di 3 culture che si portano dietro usanze dei luoghi d’origine.
A portare la lingua provenzale in questo piccolo lembo di terra calabra sono stati i Valdesi, fedeli di confessione evangelica sfuggiti intorno al XII secolo dalla Francia a causa della scomunica ricevuta dalla Chiesa; tra questi, alcuni di loro fondarono da zero questo paesino.

Da non perdere: un giro nel centro storico, la visita al Museo Gian Luigi Pascale, alla Casa della Cultura e al laboratorio tessile in cui scoprire l’antico e bellissimo abito guardiolo.


Leggi l'articolo completo di Laura Cipolla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *