Castel di Sangro

Castel di Sangro (AQ) non è certo il borgo più griffato d’Abruzzo. Peccato perché, soprattutto di sera, assume l’aspetto di un presepe tra i presepi (i dintorni sono ricchi di borghi-presepe, come Pescocostanzo e Rivisondoli).
Di solito, è usato come base di partenza durante il periodo invernale, in quanto si trova a pochi chilometri dalle località sciistiche più importanti d’Abruzzo, come Roccaraso. Castel di Sangro deve il suo nome al Sangro, il torrente nei pressi del quale sorge il borgo. Un luogo che richiama i ritmi lenti di un tempo, da
assaporare camminando per i suoi vicoli di pietra, ormai abitati quasi esclusivamente da anziani. La cucina è ottima: da assaggiare le pallotte cacio e ova, polpette uova e formaggio. Da visitare: la Basilica di Santa Maria Assunta e la vetta, dalla quale gode di un panorama bellissimo.


Leggi l'articolo completo di In Viaggio con Lollo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *