Il ciabot della strega: lungo i sentieri delle masche

Un piccolo paese del Roero, in provincia di Cuneo, che sorge tra rocche, castelli e leggende inquietanti.  Sì perché tra i sentieri che si inerpicano tra boschi e grotte potrebbe capitare di incontrare delle streghe. Secondo la leggenda, in un’epoca non meglio specificata, una donna di nome Michelina venne data in sposa a un burbero pocapagliese. Nessuno osava parlare con la povera Miclina, sia per i suoi modi schivi sia perché era una forestiera. Nel giro di poco tempo le venne affibbiato il nome di masca, termine usato per indicare una donna malvagia. Non ci impiegò molto prima di venire accusata di stregoneria, e da qui al rogo il passo fu breve. 

Ancora oggi è possibile ripercorrere quello che è noto come il sentiero della Masca Miclina, partendo per esempio da Rocca Creusa. Salite, curve ripide ed edicole votive che portano attraverso i boschi e le rocche di Pocapaglia, dove alcuni sostengono di aver visto la masca aggirarsi insieme ad altre sue compagne di stregoneria.


Leggi l'articolo completo di The Food Traveler

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *